Migliorare il rendimento di un sito e-commerce con la pianificazione

Quando si parla di siti e-commerce di solito gli unici due fattori che sembrano essere considerati sono l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e le vendite. C’è però un problema che viene spesso alla luce: la mancanza di pianificazione.

La maggior parte dei webmaster si limita a trovare le parole chiave più cercate, creando una struttura di navigazione che lascia determinare il flusso di vendita attraverso un semplice pulsante “Acquista adesso” o “Aggiungi al carrello”.

Se una buona SEO e conversioni elevate sono le due priorità, allora conviene impegnarsi maggiormente per:

  • Trovare parole chiave che si rivolgono a tutte le fasi del processo di acquisto;
  • Semplificare il processo di navigazione;
  • Utilizzare plugin che rendano facilmente visibili e consultabili i prodotti, consentendo di confrontarli o di visualizzare prodotti correlati e prodotti più venduti;
  • Inserire descrizioni personalizzate dei prodotti in vendita non limitandosi ad importare quelle del costruttore, che probabilmente saranno presenti su centinaia di altri siti e-commerce
  • Inserire elementi che possano aumentare il grado di fiducia sul sito e la sua credibilità.

Scegliere le parole chiave in base allo stato del processo di vendita

Nella sua forma più elementare, il processo di acquisto ha quattro fasi:

  • Il riconoscimento della necessità;
  • La ricerca di informazioni;
  • La valutazione di eventuali alternative;
  • La decisione di acquisto.

Durante la fase di riconoscimento della necessità, i clienti provano a stabilire di cosa hanno bisogno (o voglia). Probabilmente hanno un problema ed hanno la necessità di risolverlo.

Occorre allora avere contenuti di marketing (es. article marketing e guest posting) che contengano frasi chiave del tipo “Come fare per…” o “Soluzioni per…”; per attrarre gli utenti che sono in questo stadio del processo di acquisto, bisogna sfruttare parole chiave o frasi lunghe e dettagliate.

Nella fase di ricerca di informazioni, i potenziali clienti stanno stilando una lista di prodotti capaci di risolvere il proprio problema da mettere a confronto fra di loro, per cui sarà utile inserire tutte le parole chiave che differenziano i prodotti nelle apposite schede del sito e-commerce.

Individuati i prodotti di cui hanno bisogno, si passa al processo di valutazione per cui i potenziali clienti vanno alla ricerca di recensioni e commenti: è dunque fondamentale prevedere nel proprio e-commerce sezioni di questo tipo, con recensioni dettagliate dei prodotti e magari articoli che li mettano a confronto. Esistono anche utilissimi plugin per quasi tutte le piattaforme di e-commerce che consentono agli utenti di confrontare due o più prodotti fra di loro, o di evidenziare e suggerire prodotti correlati o ancora prodotti più venduti di quella tipologia e di cui è sempre consigliata l’installazione.

Infine, quando il cliente ha deciso cosa acquistare, comincia a confrontare i prezzi fra i vari negozi online, cercando magari dei coupon: per gli utenti in questa fase del processo di acquisto le parole chiave su cui puntare sono il nome esatto del modello del prodotto, collegate a coupon o vendite scontate dello stesso.

Mettere in evidenza le risposte alle domande più frequenti

Mostrare sin da subito le risposte alle più comuni domande rende più agevole la navigazione dei potenziali clienti, che altrimenti potrebbero rinunciare all’acquisto. Di solito le domande più frequenti sono:

  • Quanto costa la spedizione?
  • Che cosa succede se il prodotto non funziona o è danneggiato?
  • I prezzi sul sito sembrano troppo vantaggiosi: si tratta di merce nuova o usata/rigenerata?
  • Come vengono trattate le informazioni che vengono rilasciate sulle carte di credito?
  • Il sito è attendibile?

Per quest’ultima domanda, al fine di essere ritenuti affidabili mettere in evidenza tutti i contatti e la partita iva, e magari testimonianze di clienti soddisfatti che hanno già acquistato. Questi semplici accorgimenti consentono di migliorare notevolmente sia le visite che le conversioni, e sono alla base di una corretta pianificazione e delle strategie di marketing specifiche da utilizzare per i siti e-commerce.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Migliorare il rendimento di un sito e-commerce con la pianificazione 0 100 0