Google ed il mobile friendly label

Google ha annunciato che stanno per arrivare due modifiche significative al suo algoritmo di ricerca e che i siti responsive e mobile friendly saranno favoriti nel ranking.

Dallo scorso Dicembre Google ha introdotto il Mobile friendly label, un’etichetta attraverso cui segnala i siti responsive e conferma la loro adattabilità a device mobile come smartphone, tablet e iphone.

Per ottenere questo titolo di Mobile friendly è necessario avere un sito responsive in tutto e per tutto, ovvero un sito in cui il testo sia leggibile senza alcuno sforzo, e sopratutto senza dover utilizzare zoom o altro, evitare software che non sono compatibili con il mobile e permettere una navigazione semplice, fluida e scorrevole.

L’ultima dichiarazione di Google stabilisce che a partire dal 21 Aprile 2015 i siti responsive e mobile friendly saranno favoriti in SERP, questo perché è sempre più chiaro che la navigazione da mobile sta crescendo a dismisura e presto supererà quella da desktop.

Inoltre è evidente da molte ricerche come una cattiva navigazione su un sito mobile comporti un alto tasso di rimbalzo, l’utente è portato ad abbandonare immediatamente il sito e rivolgere altrove le proprie ricerche.

Google quindi utilizzerà le label mobile friendly ed inoltre userà questo criterio per verificare se il tuo sito merita un ranking maggiore nei risultati di ricerca.

Questa modifica dell’algoritmo avrà un impatto significativo su tutte le ricerche mobile e per tutte le lingue.

Vediamo meglio tutte le caratteristiche necessarie per un sito mobile friendly.

No allo scroll orizzontale:  la navigazione dovrà essere verticale e facile, sarebbe meglio limitare lo scroll orizzontale poiché scomodo e difficile

Testi che si adattano: i testi dovranno essere immediatamente leggibili, l’utente non dovrà faticare per ingrandire i testi ma dovranno essi stessi adattarsi alla grandezza dello schermo su cui l’utente sta leggendo.

Dimenticare Flash: tutti i software che non possono essere aperti da smartphone e tablet o che creano comunque problemi difficilmente superabili devono essere salutati ed abbandonati per sempre.

Posizione dei Link: i link devono essere posizionati alla giusta distanza per evitare di essere cliccati accidentalmente.

Velocità del sito: le tecnologie dei siti responsive devono assicurare rapidità e precisione.

Per verificare se il sito è responsive Google mette a disposizione due strumenti di verifica:

  •  Mobile Friendly Test: il test in questione analizza un URL e segnala se la pagina è ottimizzata per dispositivi mobili
  • Google Webmaster mobile guide: qui trovi tutte le informazioni per realizzare un sito che si adatti perfettamente ai dispositivi mobile.
Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Google ed il mobile friendly label 0 100 0