SupportHost o SiteGround, questo è il dilemma.

Breve Case Study per aiutarvi a scegliere consapevolmente

La scelta di un buon hosting è fondamentale per avere un sito con delle buone prestazioni, questo è risaputo, ma spesso la popolarità di un hosting rispetto ad un altro può trarre in inganno e ci può portare delle perdite sia per quanto riguarda le performance della nostra pagina che per quanto riguarda il lato economico. Proprio com’è accaduto nel caso di cui stiamo per parlarvi.

Il sito che prenderemo in considerazione è berlinistmusic.com, il sito dei Berlinist una band di Barcellona, che si trovava su Siteground, un hosting molto diffuso e che secondo le voci sul web dovrebbe avere delle prestazioni di alto livello.

Prima della migrazione, Berlinist.com usufruiva del piano GoGeek, il piano più potente di Siteground per la categoria hosting condiviso, dal costo di circa 23€ al mese ma Siteground iniziava a bloccare l’account per eccessivo consumo delle risorse. Il sito era già ottimizzato al massimo per limitare questo problema, ma come si sa quando le visite raggiungono un certo limite è necessario passare ad una soluzione più potente adeguata alle nuove esigenze.

Infatti, il sito spesso andava in blocco creando non pochi disagi. Una situazione che non poteva essere di certo ignorata e che andava risolta al più presto. Per questo, i gestori della pagina hanno deciso di cambiare, passando all’hosting semidedicato di SupportHost, con un notevole vantaggio non solo in termini di risultati ma anche economici, dato che il piano Platinum 2 permette di risparmiare circa 100€ rispetto al piano proposto da Siteground.

Ma andiamo nello specifico e vediamo quali sono i dati relativi a questo caso.

Innanzitutto, usando lo strumento di Pingdom, abbiamo cercato di stabilire quali server fossero più veloci misurando il sito prima sull’hosting di provenienza e poi su quello di migrazione. I due test sono stati fatti entrambi dall’Europa (Stoccolma) a distanza di qualche ora (prima e dopo la migrazione).

Ecco quello eseguito con il sito caricato su Siteground

Siteground vs SupportHost Europa

Ecco quello eseguito con il sito caricato sull’hosting semidedicato di SupportHost:

Supporthost Europa

Fatto questo, abbiamo provato a fare un test anche dal Nord America (Vancouver).

Ecco quello eseguito su Siteground:

Siteground vs SupportHost America

Ecco quello eseguito sull’hosting semidedicato di SupportHost:

Supporthost America

Dagli screen è chiaro che, con il cambio di server, i tempi di caricamento scendono notevolmente, sia in Europa che in America settentrionale, ed è una cosa che ci ha molto colpiti dato che uno dei punti di forza di Siteground è proprio la velocità dei loro server e del loro sistema di caching proprietario. Ma alla luce di questi dati possiamo dire che i piani semidedicati di SupportHost risultano nettamente migliori con un costo decisamente inferiore.

Infatti il piano di SupportHost scelto dai gestori di Berlinist.com è un piano da 180€ l’anno, circa 100€ rispetto all’offerta di Siteground (€278). Non male, no?

Concludendo, vogliamo consigliarvi di scegliere il vostro hosting “dati alla mano” piuttosto che fidandovi del primo blogger che raccomanda un servizio o un altro basandosi sulle commissioni offerte.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SupportHost o SiteGround, questo è il dilemma. 0 100 0